Impianti termici e fotovoltaici

Le Direttive Europee prevedono che dal 2021 tutte le nuove costruzioni realizzino l’obiettivo di un consumo domestico ad energia zero.
Ciò si avvicina all’idea di casa passiva, cioè una casa che si riscalda e si raffresca usando quasi esclusivamente energia proveniente da fonti rinnovabili.
Tutta la progettazione, dagli isolamenti agli impianti, devono essere finalizzati al raggiungimento di tale obiettivo.

Cos’è una casa zerowatt?emezerowatt

Anche EME Ursella desidera contribuire a ridurre l’emissione di CO2 nell’atmosfera, nonché gli sprechi e la dipendenza energetica dell’Italia da paesi fornitori di combustibili fossili.

Da qui nasce la filosofia zerowatt, una casa talmente isolata da avere un consumo energetico quasi nullo e, per quel poco, coperto da una produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili.
L’allestimento zerowatt consiste nell’implementare alcune modifiche rispetto allo standard Ursella quali:
– spessore cappotto maggiorato.
– riscaldamento radiante a pavimento e produzione acqua calda sanitaria con pompa di calore o in alternativa stufa legna/pellet con recuperatori di calore
– impianto fotovoltaico integrato da 4,5kWp).
Il vero punto di forza, però, sta nel suo prezzo: si può rispettare, oltre all’ambiente, anche il desiderio della committenza di investire il proprio capitale con oculatezza e lungimiranza.
Attenzione all’ambiente nel rispetto del cliente è lo slogan che più sintetizza la filosofia zerowatt Ursella.

Possono essere installate stufe a legna o a pellet con recuperatore di calore, soluzione  particolarmente adatta alle famiglie che amano il calore del fuoco naturale.

Le case Ursella offrono, di serie, da anni l’impianto di ventilazione controllata al fine di stabilizzare il microclima interno.
Con i recuperatori di calore Zehnder vengono ottimizzate le temperature recuperando oltre il 90% di calore dagli ambienti dedicati a stufe o stube e immettendolo negli altri locali previo filtraggio e deumidificazione dell’aria.
Con l’ausilio di un impianto fotovoltaico, oramai obbligatorio per gli edifici di nuova costruzione e l’abbinamento di questi sistemi le case Ursella sono da considerarsi ai massimi livelli di classificazione energetica (A4) diventando così, con un minimo investimento rispetto alla dotazione standard, “Casa Passiva”.


Dall’inizio del 2018 l’obbligo di utilizzo di fonti energetiche rinnovabili per le nuove costruzioni ha raggiunto il minimo del 50%.
Le case Ursella vengono fornite, in alternativa, anche con sistemi ibridi completi di bollitore da 150 litri per l’acqua calda sanitaria, pompa di calore e caldaia a gas.
L’uso di pannelli fotovoltaici abbinati a questo sistema posizionano la casa in classe energetica A4.
Un altro vantaggio di questa soluzione è l’ingombro ridotto, infatti le apparecchiature possono essere inserite nello spessore della parete evitando così l’ingombro di locali dedicati.